|

Accesso Utente

Ultimissime :

Investimento pedonale: 55enne in prognosi riservata

di , Martedì, 15 Gennaio 2013

Intorno alle ore 17:30 di ieri 14.01.2013, i militari della Stazione Carabinieri di Serino sono intervenuti lungo quella via S.P. 574 – via Terminio, per soccorrere un uomo del posto, classe 1957, trovato - grazie alla segnalazione di alcuni passanti - riverso a terra ai bordi della citata strada, con evidenti ecchimosi al volto e sul corpo.

Benché l’uomo, cosciente all’arrivo dei militari sebbene evidentemente stordito, abbia riferito di aver perso conoscenza e di essere caduto da solo a terra, mentre camminava lungo quella strada, i carabinieri di Serino hanno subito avviato le opportune attività d’indagine al fine di verificare se lo stesso potesse esser stato vittima di un investimento stradale (considerato soprattutto il tipo di lesioni riportate).

L’uomo, infatti, dopo esser stato soccorso e medicato sul posto dal personale sanitario del 118, è stato dapprima trasportato al presidio ospedaliero “Landolfi” di Solofra (AV) e da lì, dopo esser stato diagnosticato in prognosi riservata per politrauma della strada, è stato trasferito al Cardarelli di Napoli (attesa la mancanza di posti letto al Moscati di Avellino) con numerose fratture multiple e lesioni.

Così, dopo aver visionato le telecamere del posto e aver cercato eventuali testimoni oculari e persone in grado di riferire sui fatti, i carabinieri di Serino hanno focalizzato l’attenzione su di un furgoncino in transito proprio in quell’arco orario lungo quella via e che ben poteva essere la causa delle vistose ferite dell’uomo. Sebbene la targa non era assolutamente leggibile dalle telecamere, visto il buio e le condizioni atmosferiche, grazie agli opportuni contatti informativi, i carabinieri sono giunti a scoprire che quel furgone telonato doveva essere verosimilmente condotto da un uomo del salernitano.

Così, nel corso della serata e della prima nottata di oggi 15.01.2013, i militari della Stazione Carabinieri di Serino – coadiuvati da quelli della Stazione di Nocera Inferiore – hanno convocato in caserma, interrogato e infine deferito in stato di libertà per i reati di lesioni personali e omissione di soccorso un uomo di mezza età di Nocera, incensurato. 

Secondo i primi accertamenti e nonostante la difficoltà di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti, pare che il salernitano (alla guida del suo furgone) abbia effettivamente urtato il pedone serinese, il quale però ben potrebbe esser caduto da solo prima dell’urto ed esser quindi andato a sbattere contro il veicolo in transito. Il salernitano, insomma, non l’avrebbe investito in pieno il pedone serinese e forse non si dev’essere nemmeno reso pienamente conto di aver urtato una persona ma, nonostante abbia per sua ammissione sentito una botta al suo autocarro, ha proseguito la marcia incurante di ciò che poteva essere accaduto.

Di là dall’esatta dinamica dei fatti, che sarà materia di successivi accertamenti, certamente dipendente anche dalle condizioni di salute dell’uomo serinese, dell’accaduto è stata ovviamente avvisata tanto l’autorità giudiziaria avellinese che quella salernitana, che adesso apriranno un fascicolo a carico del salernitano.

 


Commenti


Articoli Correlati

Rimani sempre aggiornato, diventa nostro Fan su Facebook!