|

Accesso Utente

Ultimissime :

Regionali, Marica Grande: “La politica torni a pensare al bene collettivo”

di , Martedì, 19 Maggio 2015

Prosegue con entusiasmo e partecipazione il tour elettorale di Marica Grande, candidata di Ariano Irpino nella lista di Forza Italia, collegata al candidato presidente Stefano Caldoro. Affollata riunione a Lioni, dove un pubblico interessato e attento si è confrontato con l’avvocato arianese, volto nuovo di questa competizione elettorale per le regionali 2015. Tanti i temi affrontati, a partire dalle esigenze fondamentali del popolo dell’Alta Irpinia. I fondi europei come volano di sviluppo delle zone interne, tra le questioni principali che hanno animato il dibattito. Marica Grande è ritornata a porre l’accento sull’importante opportunità di un corretto utilizzo di tali risorse, che passa attraverso un’appropriata politica di progettazione.

“I fondi europei sono stati il più delle volte scarsamente utilizzati a causa di una incapacità di progettazione da parte della classe politica”, spiega Grande, che continua, poi, sottolineando la cifra della sua partecipazione alla competizione elettorale: “La mia candidatura è fattiva, propositiva, non parlo il politichese né voglio attaccare i miei concorrenti; sono scesa in campo perché credo in una politica in grado di pensare alla collettività e al futuro delle nuove generazioni, preoccupandosi di costruire qualcosa per il territorio. Dare fiducia nuovamente a Caldoro significa dare il via allo step successivo a livello regionale: dopo il risanamento, necessario a causa della cattiva gestione del precedente governo di centro sinistra, metterà in in moto il percorso di crescita”.

Marica Grande ha concluso il suo intervento con l’esortazione a modificare il proprio comportamento quando si tratta di scegliere la classe politica di riferimento:

“Fino a quando non cambierà il modo di pensare, fino a quando il bene collettivo, quello che fa crescere il territorio, non sarà l’obiettivo prioritario di chi fa politica, fino a quando si penserà soltanto al piccolo favoritismo personale, si continuerà a votare la casta. E’ ora di dare fiducia a persone nuove, professionisti, volti giovani della politica”.


Commenti


Articoli Correlati

Ti piace Cittadiariano.it? Aiutaci a migliorarlo: basta un "Mi piace"   :)
;