|

Accesso Utente

Ultimissime :

Spettacolare gara-3: l’Lpa esce con onore

di , Martedì, 23 Aprile 2013

Si conclude tra gli applausi degli oltre 200 tifosi accorsi a Battipaglia la prima stagione in serie A2 dell’Lpa Ariano Irpino. Non riesce l’impresa di violare per la seconda volta il Pala Zauli alla formazione di coach Agresti, nella circostanza sostituito in panchina da capitan Ferazzoli nel doppio ruolo di capitano e coach. Fatale l’attacco febbrile che ha colpito il tecnico faentino e che lo ha privato di uno spettacolo di assoluto livello. Gara entusiasmante, punteggio elevato con contenuti tecnici individuali di rilievo. Il tutto condito da un finale thrilling e beffardo per le irpine che con un punto di vantaggio (66-67 al 39’) grazie all’ennesimo canestro di una monumentale Adriana Grasso, si sono fatti sfuggire un possesso fondamentale. Micidiale la Granieri che ha puntualmente punito le ospiti realizzando la tripla decisiva a meno di dieci secondi dal termine ed a cui, né Maggi, né Micovic hanno saputo porre rimedio con l’ultimo possesso. Se Grasso ha onorato al meglio la sua ultima uscita con la canotta dell’Lpa Ariano (l’ex azzurra medita il ritiro dal basket di vertice), sul fronte opposto Treffers è ritornata sui propri standard (20 punti + 12 rimbalzi). Alla fine è risultato decisivo il tiro dalla lunga distanza delle salernitane (8/24) e le solita mancanza di killer instinct delle leonesse. Sul +8 al 26’ (46-54) anche una direzione di gara, tendenzialmente casalinga, ha consentito un agevole rientro delle gialloblu grazie alle iniziative di Granieri e Ramò. Le percentuali da oltre l’arco (2/14), la mano fredda dalla lunetta (7/15) e le solite palle perse (19) hanno vanificato il dominio a rimbalzo (40 a 31) e l’efficacia preponderante nel tiro da sotto e dalla media distanza (27/44). Un refrain che si è ripetuto anche nell’epilogo di una stagione che resta comunque da incorniciare e che si chiude come nei programmi iniziali: tra le prime cinque forze del campionato, nonostante il ruolo da matricola. Si ripartirà da questa consapevolezza e da un nuovo protagonista. quel pubblico che in questi play-off ha saputo ergersi a protagonista al fianco della squadra e che numericamente ha dimostrato di non avere rivali in questa categoria.

MINIBASKET BATTIPAGLIA – LPA ARIANO IRPINO: 69-67

Minibasket Battipaglia: Di Battista 14, Orazzo 2, Granieri 15, Di Donato n.e., Riccardi 11, De Pasquale, Treffers 20, Paffi n.e., Chiarella n.e., Ramò 7. Coach: Riga. 

Lpa Ariano Irpino: Paparo, Calandrelli 3, Aversano, Ferazzoli 4, Maggi 17, Giugliano n.e., Dominguez 6, Grasso 17, Micovic 16, Narviciute 4. Coach: Ferazzoli.

Arbitri: Posti di Marsciano (PG), Giovannetti di Terni

Parziali: (24-18); (42-39); (53-54)

Uscite per 5 falli: nessuna

SEMIFINALI PLAY-OFF

Girone A: Delser Udine – Fila San Martino di Lupari: 58-78 (serie 0-2, San Martino di Lupari in finale); Lops Milano – Tec Mar Crema: 69-54 (serie 2-1, Milano in finale). 

Girone B:  Minibasket Battipaglia- Lpa Ariano Irpino: 69-67 (serie 2-1; Battipaglia in finale); Saces Napoli – Elite La Spezia: 45-49 (serie 0-2, La Spezia in finale). 

FINALI PROMOZIONE (28/4, 01/05, 05/05): San Martino di Lupari-Lops Milano; Elite La Spezia-Minibasket Battipaglia.

 

Commenti


Articoli Correlati

Ti piace Cittadiariano.it? Aiutaci a migliorarlo: basta un "Mi piace"   :)
;