Accesso Utente

Wellness - Sani & Belli (7.a puntata - 16 settembre 2020)

di , Mercoledì, 16 Settembre 2020

BOOT CAMP

Benefici e divertimento del Training ad alta intensità

 

3 Months  from now,

You will thank yourself.

 

Al pari del functional training di cui abbiamo già parlato nelle settimane scorse, anche il Boot camp mette al primo posto la salute e la forma fisica, ma è necessario sapere cosa aspettarsi prima di marciare nel “campo di addestramento”.

 

Qual è il fascino del boot camp?

Costruire forza, resistenza e agilità per conquistare la tua routine quotidiana!

 

Cos’è il Boot camp?

Il Boot camp tradotto letteralmente significa “campo degli stivali” ed è considerata la nuova disciplina fitness che impazza tra i divi di Hollywood. Noto anche come “Military training” è un sistema di allenamento eseguito solitamente all’aperto, utilizzando il proprio corpo e attrezzi come palle da fitness, TRX, sacchi di sabbia, kettlebells. È nato negli Stati Uniti ed è ispirato al training dei Marines americani. Essendo un allenamento in stile “marines”, è nato per forgiare fisico e mente dei futuri militari, ma che può essere eseguito in modo più "fitness" sfruttando i vari benefici dell'allenamento in mini gruppi: corsa, flessioni, scatti e addominali…

Con questa tipologia di allenamento che può essere definita dinamica e coinvolgente, si ottengono risultati eccezionali sia a livello dei principianti che a livello avanzato.

Il Boot Camp, inoltre, si basa sulla bravura dell'istruttore che ne imposta il percorso, organizzando la sequenza e la durata degli esercizi e sull'entusiasmo dei partecipanti, i quali devono essere disposti ad allenarsi ovunque, in qualsiasi condizione.

 

Quali sono i benefici?

É un allenamento ad alta intensità che coinvolge tutto il corpo, aiuta in poco tempo a smaltire calorie e a bruciare grassi. Questo allenamento non permette però solo di diminuire l’indice di massa grassa e perdere kg in breve tempo, ma tonifica anche ogni parte del corpo, braccia e spalle incluse. Aiuta ad aumentare forza e resistenza e migliora la postura: le spalle si aprono e la schiena si raddrizza, così da apparire più alti, slanciati e sicuri.

É perfetto come antistress: consente di prendere per sé un momento importante e dedicarlo a scaricare le tensioni e le preoccupazioni, sgombrare la mente e ritrovare l’equilibrio.

 

Boot camp: come funziona?

Innanzitutto, prima di iniziare l'attività fisica, è necessario effettuare una visita medica in modo da verificare lo stato fisico e monitorare eventuali problematiche presenti. Bisogna partire da una valutazione delle condizioni fisiche iniziali per poi  constatare i risultati e i progressi al termine del ciclo di allenamento. Sarà proprio il trainer a supportare in ogni fase del programma di allenamento.

Gli allenamenti sono suddivisi in più sessioni: infatti, il Bootcamp si svolge in un periodo di tempo limitato, di solito sei settimane, che prevede due o tre allenamenti della durata di un’ora ciascuno. Ci si esercita in gruppo, insieme a un numero non elevato di persone in modo tale che l’istruttore possa seguire ogni partecipante. La durata di ogni lezione può variare dai 60 ai 90 minuti ed è suddivisa nei seguenti schemi: riscaldamento, tonificazione e potenziamento dei muscoli, allungamento del sistema muscolo-scheletrico. Dal riscaldamento si passa poi al programma effettivo, della durata media di 40/50 minuti, nei quali si passa a esercizi di aerobica, anaerobica, internal training e resistenza pura. Al termine della lezione, è opportuno eseguire una piccola corsa tonificante di pochi minuti e una sessione di stretching per allungare i muscoli e le articolazioni.

 

Dopo aver spiegato in cosa consiste il military training, passiamo alla pratica. Abbiamo chiesto qualche consiglio al nostro Personal trainer di fiducia, Raffaele Chiuchiolo, dell’ASD California Gym.

 

Raffaele ci suggerisce che è opportuno iniziare l’allenamento con 15-20' di corsa intervallata con esercizi a corpo libero in modo tale da riscaldare l’intero apparato muscolare, oltre che preparare cuore e polmoni all’attività intensa. 

Il workout si articola in 10 esercizi ad alta intensità per migliorare forza e resistenza bruciando molte calorie, gli esercizi vanno eseguiti a corpo libero o con l’ausilio delle attrezzature consigliate, con movimenti veloci e senza riposo tra gli stessi.

Ad esempio dopo 2' di corsa effettuiamo una serie di affondi alternati sul posto, e poi di nuovo corsa, dopo un altro minuto una serie di squat a corpo libero e di nuovo corsa sino ad arrivare a 15'-20' di corsa.

 

Raffaele ci ricorda che il Boot camp lavora su queste qualità fisiche:

  • mobilità articolare per riequilibrare il proprio corpo, prevenire infortuni e predisporlo all’incremento delle altre qualità fisiche, accelerare le fasi di recupero;
  • forza per creare una solida struttura che sopporti lo stress quotidiano;
  • propriocettività, agilità e reattività per sviluppare la capacità di reazione ad eventi improvvisi, qualità determinante per il buon esito delle attività operative;
  • velocità, potenza e resistenza per poter protrarre nel tempo in maniera lucida ed efficace i numerosi e ciclici impegni operativi.

 

Ringraziamo Raffaele per questi utili consigli.

A questo punto non mi resta che darvi appuntamento alla prossima settimana ricordandovi che “tra tre mesi il vostro corpo vi ringrazierà”.

 

Daniela Chiuchiolo




Rimani sempre aggiornato, diventa nostro Fan su Facebook!