|

Accesso Utente

Ultimissime :

Finale velenoso: ancora una sconfitta di misura

di , Domenica, 20 Gennaio 2013

LPA Grasso Basket
Fischi e fiaschi: gli ultimi minuti sono ancora fatali all’Lpa Ariano che soccombe ai soliti errori di lucidità ed alle solite decisioni arbitrali avverse. Al Pala Rossini di Ancona si ripropone un refrain già visto. Ma in questa circostanza i demeriti delle irpine vengono un attimo dopo le valutazioni dei direttori di gara. Due falli tecnici spezza gambe nel finale punto a punto, un metro rivedibile che ha concesso molto ai contatti difensivi di cui hanno fatto le spese Grasso e Dominguez: queste le principali accuse alla coppia in grigio pervenute dall’entourage arianese. L’Lpa per la settima volta in questa stagione esce sconfitta di misura al termine di una gara caratterizzata da strappi in un quadro di sostanziale equilibrio (+10 il massimo vantaggio di Ancona, +4 il massimo vantaggio delle ospiti). Nonostante l’assenza di capitan Ferazzoli, influenzata, e le condizioni precarie di Maggi e Narviciute, l’Lpa si è dimostrata più in palla che nelle ultime due uscite. In evidenza Grasso che però ha visto il suo rendimento condizionato da un colpo ad una coscia, in ombra Dominguez dopo le ultime buone prestazioni. Sono le nove palle perse in più rispetto alle avversarie a pesare come un macigno nel bilancio finale. 

LA GARA – Si parte in ritardo di 15’ per l’assenza del medico della formazione di casa. Dai blocchi esce meglio Ancona trascinata dalle esterne. Le percussioni della mvp Carola Sordi e due triple di Aragonese scavano il primo solco. Sul massimo vantaggio (28-19 al 14’), Ariano si scuote ed inizia il suo match. Dominguez chiude con una tripla un parziale di 13-0 costruito dal dinamismo di Maggi e Narviciute (28-32 al 20’). Le marchigiane riprendono l’inerzia in avvio di ripresa (36-35 al 23’). L’equilibrio dura sino al 27’. E’ Redolf la principale protagonista dell’ulteriore allungo. La lunga di casa propizia il +10 (49-39 al 31’). Le irpine hanno la forza di rientrare sino al -2. Qualche pallone perso di troppo e i due falli tecnici consentono a Sordi di blindare il successo dalla lunetta (58-54). L’ultimo sussulto è affidato a Maggi che insacca da tre e subisce anche fallo. La coppia arbitrale non è dello stesso avviso ed anzi annulla il canestro per infrazione di passi della guardia arianese.

Vesta Free Woman Ancona – Lpa Ariano Irpino: 58-54

Ancona: Mosconi, Di Sario n.e., Redolf 13, Moroni 7, Pierdicca n.e., Sordi 17, Arargonese 8, Cadoni, Mataloni 2, Ngo Ndjock 14. Coach: Piccionne. 

Ariano Irpino: Paparo 7, Calandrelli, Aversano, Albanese n.e., Maggi 12, Giugliano n.e., Dominguez 8, Grasso 14, Micovic 9, Narviciute 4. Coach: Leonetti.

Arbitri: Solfanelli di Livorno e Piram di Rosignano Marittimo (LI)

Parziali: (23-15); (28-32); (47-39)

Uscite per 5 falli: Paparo

 

 

 

 


Commenti


Articoli Correlati

Ti piace Cittadiariano.it? Aiutaci a migliorarlo: basta un "Mi piace"   :)
;