|

Accesso Utente

Ultimissime :

I suoni della tradizione protagonisti sabato 27 Luglio al Farm Festival Europeo “Regio tratturo & Friends”

di , Mercoledì, 24 Luglio 2013

La “tradizione meticcia” di Carpino (Foggia), la Scuola di Tarantella Montemaranese e il dj set Metano’s, progetto di transumanza musicale. Spazio all’arte musicale per la serata finale dell’evento.

Suoni antichi che strizzano l’occhio alle sonorità del ventunesimo secolo al Regio Tratturo & Friends 2013. Sabato 27 luglio, presso l’agriturismo “Regio Tratturo” di Ariano Irpino, serata finale del Regio Tratturo & Friends con le musiche di “tradizione meticcia” di Progetto Suoni di Sotto da Carpino (Foggia), la Scuola di Tarantella Montemaranese e DJ set Metano’s, un progetto di transumanza musicale.

Il progetto Metano’s nasce nel 2011 dall’incontro di esperienze musicali ed artistiche differenti ma unite da tre comuni denominatori: il genio, la follia, il viaggio. La transumanza musicale del progetto Metano’s, guidata da Luciano Castelluccia, porterà il pubblico alla scoperta di suoni antichi rivisitati: tamburelli e tammorre, castagnole, flauti e chitarre battenti che come vacche al pascolo vanno a dissetarsi presso l’abbeveratoio di consolle e sampler, computer e mixer.

Impegnati nella salvaguardia e diffusione della memoria musicale legata alla tarantella montemaranese, la Scuola di tarantella fondata da Roberto D’Agnese nel 2009, a capo della quale ci sono le maestre del paese, Olimpia ’Ndonetta, Chilina, Menella, con esperienza e dedizione trasferiranno il ritmo della loro musica ai partecipanti.

La serata è aperta al pubblico e sarà arricchita da una cena all’aperto con menu tipico, un altro tassello che completa l’attenzione alla conoscenza territoriale.

Altro appuntamento da non perdere è quello di venerdì sera, ad ingresso libero, con “Racconti di briganti”. Uno spettacolo toccante e diretto, a cura di Magnifico Visbaal Teatro e con la regia di Peppe Fonzo, che ripercorre alcune vicende tra il reale e il romanzato nell’intricata questione del brigantaggio meridionale. Storie della nostra storia che saranno protagoniste venerdì 26 luglio, con cena e spettacolo teatrale a partire dalle ore 20.30.

Tantissime le altre attività che si svolgeranno nel corso del festival “Regio Tratturo & Friends”: camping, yoga, tree climbing, attività nell’orto, visite agli alveari con smielatura, costruzione delle frecce e tiro con l’arco. E ancora, corsi di macrofotografia per immortalare la natura e riscoprire i colori della campagna, l’intreccio del vimini, escursione lungo il Regio Tratturo, laboratori promossi da Slow Food, drum circle in aperta campagna nelle ore più buie della giornata, degustazioni di vini e olii dell’Irpinia. Per i più coraggiosi anche una gara di mungitura delle vacche, nonché una gara di cucina in cui i partecipanti saranno coinvolti nella produzione di un piatto tipico, procurandosi gli ingredienti direttamente all’origine, andando nell’orto, nel pollaio e nel frutteto.

Per prenotarsi alle singole attività, o iscriversi all’intero weekend, www.regiotratturoandfriends.eu o telefonare all’agriturismo Regio Tratturo di Ariano Irpino (0825 881407).


Commenti


Articoli Correlati

Ti piace Cittadiariano.it? Aiutaci a migliorarlo: basta un "Mi piace"   :)
;