Accesso Utente

Campobasso, la prima donna dirigente del Genio Civile

di , Domenica, 02 Novembre 2014

“Passione e sensibilità sociale sono alla base di questo lavoro”. “Oltre i calcoli strutturali ci vuole innovazione e vicinanza all’utenza”    
                       
Competenza, passione e determinazione, unite alla sensibilità sociale, il segreto della brillante carriera di Claudia Campobasso che, a quarantacinque anni, è la prima donna ad essere dirigente del Genio Civile di Avellino. Laureata in Economia e Commercio, con il massimo dei voti e la lode, ha iniziato la sua carriera nella pubblica amministrazione, ricoprendo incarichi di responsabilità. Il suo cursus honorum inizia nel 2000, quando è stata nominata Capo di Gabinetto del sindaco di Portici. Tre anni dopo, è diventata funzionario responsabile dei progetti comunitari nel Comune di Bari. E un mese fa ha trovato pure il tempo per convolare a nozze.

Dopo aver vinto, nel 2004, due concorsi banditi dalla Regione Campania, uno come Dirigente Ingegnere Gestionale e l’altro come Dirigente della Progettazione Sociale,è approdata, nel 2008, ad Avellino, nel ruolo di Dirigente del Servizio Sismico e Cave del Genio Civile. E’ Dirigente dall’ente dall’anno scorso.

“La nostra è una professione molto più stimolante di quanto si possa credere,- commenta Claudia Campobasso- un’attività dinamica che, oltre al deposito dei calcoli strutturali, riguarda anche le cave e le opere di manutenzione del reticolo idrografico. Sono una persona operativa e determinata, seguo i miei tecnici nei sopralluoghi, per ispezionare le cave, soprattutto nei casi di abusivismo estrattivo, ma anche per controllare lo stato dei lavori nelle cave autorizzate di tutte la provincia, come, ad esempio, a Salza Irpinia, Lioni, Avella, Sperone, Chiusano.  Di recente, sono stata, sempre con i tecnici, a verificare gli interventi che stiamo effettuando sui torrenti e sui corsi d’acqua a Pietrastornina, Aiello del Sabato, Morra De Sanctis”-. Pioniera per vocazione, Claudia Campobasso ha scelto l’innovazione per migliorare il rapporto con l’utenza.

“Sono particolarmente incline- continua- ai progetti che consentono di rendere efficienti e rapidi i servizi ai cittadini, con il ricorso alle tecnologie informatiche, come il web ed i social network. Così, ho curato, per tutti i Geni Civili della Campania, l’informatizzazione dei procedimenti sismici, creando un portale web che permette l’inoltro telematico delle istanze, evitando ai richiedenti le file agli sportelli e fornendo le risposte ai loro quesiti in tempo reale”-. Un sistema d’avanguardia, che ha ottenuto, due anni fa, il Premio “Storie di Qualità” al Forum della Pubblica Amministrazione di Roma, ritirato dalla sua ideatrice. Con il suo entusiasmo, Claudia Campobasso ha conquistato tutti. “Il rapporto con i  tecnici ed il personale dell’ufficio- spiega- è improntato alla massima stima ed alla collaborazione, con il reciproco scambio di competenze“-.La sicurezza dei cittadini è la priorità assoluta. “Il nostro impegno- conclude il Dirigente- è sempre rivolto alla tutela dell’incolumità pubblica, attraverso le attività di prevenzione del rischio sismico ed idrogeologico. Oggi, il Genio Civile è anche diventato presidio territoriale di protezione civile, un riconoscimento importante della professionalità di tutti i componenti e della storia del nostro ufficio, che rappresenta un punto di riferimento per tutti gli enti del territorio”-.

Articolo pubblicato sul numero Agosto/Settembre 2014 del periodico XD Magazine.



Articoli Correlati

Rimani sempre aggiornato, diventa nostro Fan su Facebook!