Accesso Utente

Ariano, il sindaco Franza in campo a tutela al diritto alla salute

di , Martedì, 20 Ottobre 2020

A seguito della replica da parte della direzione dell'Asl di Avellino alle nostre istanze ci siamo riuniti d'urgenza, nel rigoroso rispetto delle norme anti-covid, per deliberare in merito agli indirizzi e iniziative a sostegno del diritto alla salute in questa delicata fase di emergenza covid-19. 

 

In particolare, si è ribadita la necessità di avanzare una serie di richieste alla direzione generale dell’Asl di Avellino e al Direttore Sanitario dell’Ospedale Frangipane in merito all'attivazione presso lo stesso nosocomio di un numero di posti letto da dedicare alla degenza di pazienti Covid-19 non superiore a 33, secondo quanto già previsto in fase di allestimento del relativo reparto, al fine di non penalizzare la gestione ordinaria delle attività ospedaliere. 

 

Abbiamo espressamente richiesto, inoltre, di creare un sistema in grado di assicurare le urgenze, il trattamento degli ammalati oncologici, dializzati, neurologici, cardiopatici e ortopedici, nonché di continuare il trattamento delle patologie di elezione in ogni reparto ospedaliero, di assicurare la continuità assistenziale e ambulatoriale, anche se in maniera ridotta. 

 

Riguardo all'assistenza territoriale, abbiamo richiesto per tutto il territorio del distretto sanitario che le unità operative ( USCA ) vengano aumentate da 4 a 7, come assicurato dal direttore generale dell'Asl nella riunione del C.O.C. in data 16/10. 

 

Abbiamo richiesto particolare attenzione riguardo all'assistenza domiciliare ai pazienti pauci-sintomatici e alla necessità di garantire eventuale assistenza anche extraospedaliera in strutture ricettive appositamente dedicate. 

 

Ulteriori necessità riguardano: 

 

- riattivazione del pretriage presso l’Ospedale al fine di assicurare percorsi separati a salvaguardia dell'incolumità dei cittadini.

 

-Implementazione e velocizzazione dello screening con tampone sia sul territorio che nel nosocomio. 

 

- Attuazione di misure di sorveglianza e di prevenzione a salvaguardia dei degenti di strutture residenziali e/o di riabilitazione.

 

Nell'ottica di una più immediata attuazione delle misure di prevenzione e di tracciamento, l'Amministrazione in primis si rende disponibile, come già precisato nella prima riunione del C.O.C., a collaborare attivamente con l'Asl, con il SEP e con tutte le forze dell'ordine locali. 

 

In ultimo, invitiamo tutti i cittadini a un ulteriore sforzo corale, ossia di continuare a rispettare rigorosamente le misure anti- covid con il senso di responsabilità che ci ha contraddistinti tutti sino ad oggi, perché si superi al più presto questa fase emergenziale con spirito di solidarietà e coesione territoriale.




Rimani sempre aggiornato, diventa nostro Fan su Facebook!