Accesso Utente

Massimo Modeo nuovo vicario della Questura. Giovedì l'insediamento

di , Martedì, 14 Luglio 2015

Dopo quatto anni e mezzo di apprezzato e lusinghiero lavoro svolto nel Commissariato di P.S. della cittadina pugliese il Primo dirigente di P.S., dr. Vincenzo Massimo Modeo, 52 anni, sarà ad Avellino. Da giovedì ricoprirà l'incarico di Questore vicario nel capoluogo irpino. Modeo era arrivato ad Andria dalla Questura di Bari dove ha ricoperto l'incarico di vice Dirigente della Squadra Mobile

La promozione disposta qualche giorno fa dal Capo della Polizia, Alessandro Pansa, avrà immediata esecutività. 

Numerose ed importanti le operazioni portare a termine dalla Polizia di Stato in questi anni. Interventi che hanno portato lusinghieri risultati sul fronte del contrasto alla criminalità a difesa della pubblica sicurezza e del mantenimento dell' ordine pubblico.

Ultimo riconoscimento assegnato, in ordine di tempo, quello avvenuto lo scorso 30 giugno a Palazzo di città, con la consegna del "Premio sicurezza" da parte dell'associazione barlettana"Nessuno dimentichi Abele", assegnato a quattro rappresentanti della Forze dell’ordine operanti sul territorio della provincia di Barletta-Andria-Trani tra cui Modeo. La motivazione del riconoscimento si trova nell'encomiabile lavoro svolto -unitamente al personale tutto del Commissariato di P.S. di Andria- in occasione delle manifestazioni di protesta dei c.d. “Forconi” del dicembre 2013, eventi che hanno poi portato ad una raffica di arresti con un’operazione della Polizia di Stato, nei comuni di Andria e Barletta, in relazione ad alcuni gravi episodi di violenza e soprusi.

Specchiato e lodevole il curriculum del neo vicario Massimo Modeo da 24 anni in Polizia prima presso la Squadra Mobile di Napoli, sezione falchi-antiscippo e squadra omicidi, per poi giungere a Bari presso la Sezione interprovinciale Criminalità Organizzata dove si è occupato delle province di Bari e Foggia, negli anni più cruenti della faida di mafia del Gargano.

Per alcuni anni ha poi svolto attività presso il Servizio Centrale Operativo di Roma, per essere poi trasferito nuovamente alla sezione Criminalità Organizzata della Questura di Bari dove si è distinto in numerose e delicate indagini che hanno portato a pesanti condanne comminate dalla Magistratura.

Al dottore Vincenzo Massimo Modeo gli auguri più sinceri della nostra redazione per la promozione, e un grosso in bocca al lupo...lavorando d'ora in poi in terra d'Irpinia.



Commenti


Articoli Correlati

Rimani sempre aggiornato, diventa nostro Fan su Facebook!