Accesso Utente

"Oggi siamo in guerra", Folco Sbaglio in prima linea musicale

di , Sabato, 06 Marzo 2021

È uscito ieri un video live domestico della canzone “Oggi siamo in guerra” di Folco Sbaglio ed è stato registrato durante il lockdown. Ad accompagnarlo ci sono Le Ore Perdute. Il brano è tratto dal disco “Storia di un pettirosso”. Il video è sui suoi canali social ufficiali.

Cosa ci si può aspettare da Folco Sbaglio, all'anagrafe Fabrizio Procopio classe ’75, e dai suoi pensieri sempre contraddistinti, rivoluzionari, ribelli?

Il cantautore irpino già dalla tenera età inizia i primi approcci con pianoforte e chitarra e grazie al papà cresce con Vecchioni, De André, Dalla, De Gregori, poi scopre i Rolling Stones, Lou Reed e Bob Dylan. Un ventaglio musicale che dà un’identità ben precisa alla sua formazione artistica.

L’annuncio di una guerra, che sia passata, presente o futura mette subito sconcerto. È una sensazione che mai nessuno vorrebbe vivere eppure a guardare i giorni nostri pare proprio che anche “Oggi siamo in guerra”.  

Il testo della canzone potrebbe essere un connubio metaforico perfetto tra il passato e il presente.  

Tante le guerre passate conosciute tra le pagine dei libri di storia. Leggere della sofferenza e della disumana crudeltà che possono esserci ci immerge in quegli istanti facendoci rabbrividire l’anima.

Queste probabilmente le sensazioni provate anche da Folco Sbaglio e lasciate indelebili su un foglio, quando nel ’98 all’inizio della guerra in Kosovo scrisse “Oggi siamo in guerra”.

Parole datate ma attualissime. Pensiamo alla guerra invisibile che stiamo vivendo noi adesso, non certo con armi e fisicità, ma sicuramente a livello emotivo e di sensazioni.  

Beh l’evoluzione sembra aver regalato tante cose alla nostra quotidianità. Ma sono cose apparenti, frivole. Un sacco di “vizi” che pensando ai tempi delle guerre potevamo sognare.

Eppure un aspetto primordiale in comune è rimasto intatto: la libertà a 360° con tutte le sue sfaccettature e i suoi individualismi. E poi ciò che più ci rende umani, le sensazioni più importanti: le emozioni!

Restando in tema musicale e dello spettacolo (un settore che in pandemia ha subito più di tutti in termini percentuali) pensiamo alla perdita del contatto Umano, cioè quella sensazione che si può vivere soltanto in un live. Avere connessione con gli occhi delle persone e riempirsi di positività.

Vivere uno spettacolo live ci dà la consapevolezza di essere tutti in un’unica connessione, un’unione. Provare a vivere con un unico mood, in fin fine (e chi vuol capire capisca) siamo tutti sulla stessa barca.

Alla fine quello che ci sta mancando credo sia la connessione umana. Penso al calore di un familiare, come Folco Sbaglio dice nel testo della canzone: “ho una sorella lontano, voglio dirle sono viva inquadrami per favore”. Ecco, questa è una frase che congiunge un po’ tutto il brano, come pure “occhi dolci come il miele, ed una psiche tutta da rifare”.

Folco Sbaglio resta un personaggio artistico singolare. Durante tutto il percorso si è sempre fatto carico un di un quadro musicale ben accurato e professionale tanto da crearsi delle particolari abitudini come quella di assegnare nomi d'arte a chi suona con lui. Sono tutti anagrammi più o meno imperfetti degli anagrafici. Lui li indica come traslazioni eufoniche. Nella formazione che l’accompagna, Le Ore Perdute , troviamo Oto Ciasullo alle chitarre - mutato in Nitto Lasco -, Antonio Pannese alla batteria - che diventa Nonio Nass -, Mariacarmela Li Pizzi al violino ribattezzata Merlina Plaza -, Ivan Buonopane alle chitarre - che si ritrova Vanni Panovus -, al flauto e ai cori Alessandra Facchiano - diventata Leda Fancini - e Roberto Sicuranza al basso che dal primo momento è diventato Rebbo Anzio.

“Oggi siamo in guerra” parla di una guerra vera, ma in fondo anche quella che oggi noi tutti stiamo vivendo è qualcosa di paragonabile a una situazione bellica. Le stesse angosce, incertezze, ansie, speranze. Non sappiamo se quando ne usciremo saremo migliori. Sicuramente saremo diversi. A ognuno poi sta il saper utilizzare questo cambiamento nel miglior modo possibile.

 

Clicca qui per il video:https://www.facebook.com/folcosbaglio/videos/143990570919341/

 

 




Rimani sempre aggiornato, diventa nostro Fan su Facebook!