Accesso Utente

Grottaminarda: Armi e droga. I controlli dei Carabinieri si fanno sempre più serrati.

di , Venerdì, 19 Ottobre 2012

Nell’ambito dei servizi preventivi di controllo del territorio, predisposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino per il monitoraggio e controllo delle persone in possesso di armi, i Carabinieri della Stazione di Grottaminarda hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 27enne originario della Provincia di Avellino e residente nel comune di Grottaminarda. I militari avuto notizia che l’uomo, già noto alle Forze di Polizia, custodisse un vero e proprio arsenale da caccia, senza alcuna autorizzazione, hanno intrapreso una serie di servizi di osservazione, grazie ai quali nella tarda serata di ieri hanno deciso di procedere a una perquisizione domiciliare di iniziativa. L’attività permetteva di recuperare un piccolo arsenale costituto da: una doppietta di fabbricazione tedesca, non censita nel catalogo nazionale delle armi comuni da sparo, 256 cartucce cal. 12 a palla singola e a pallettoni e una cartuccia cal. 12 a palla esplodente (fuori produzione in quanto di tipo pericoloso c.d. TUM TUM) e due scatole di latta contenenti polvere da sparo. Il tutto detenuto senza alcun tipo di autorizzazione o licenza, nonché un richiamo per fauna migratoria e attrezzatura varia per la caccia. Nel corso della perquisizione gli operanti scoprivano anche che il “cacciatore”, ben occultato all’interno dell’armadio della camera da letto, deteneva 218 gr. netti di sostanza stupefacente del tipo “MARIJUANA, due bilancini di precisione, 32 gr. di semi di canapa indiana e materiale vario, per il confezionamento della sostanza stupefacente. L’uomo pertanto, oltre ad una denuncia per detenzione abusiva di armi e munizioni esplodenti e violazione agli obblighi di denuncia, è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Ariano Irpino, Dott.ssa Marina CAMPIDOGLIO, e condotto presso la casa circondariale del tricolle.



Commenti


Articoli Correlati

Rimani sempre aggiornato, diventa nostro Fan su Facebook!