|

Accesso Utente

Ultimissime :

Sul Contratto decentrato 2018 la Uil Fpl chiede la verifica

di , Giovedì, 03 Gennaio 2019

riceviamo e pubblichiamo:

Al Presidente della Delegazione Trattante Dott.ssa Romano Concettina

c/o Comune di Ariano Irpino

 e p.c.   Al Sindaco del Comune di Ariano Irpino

OGGETTO: Contratto decentrato 2018. Richiesta verifica.

La scrivente Organizzazione Sindacale in merito all’ approvazione del Contratto Integrativo Decentrato anno 2018, con la presente, intende evidenziare, la scorrettezza della procedura conclusiva, eseguita dal Presidente della Delegazione Trattante, ed intende sollecitare dei chiarimenti su alcune risposte che durante le riunioni di contrattazione sono state poco dettagliate.

Da premettere che è necessario chiarire alcune norme che disciplinano l’iter della contrattazione decentrata. Nel Comune di Ariano Irpino sono state elette 7 (sette) RSU, per cui le sedute di contrattazione sono valide solo in presenza di almeno 4 RSU (cioè della maggioranza delle stesse). Infatti nella seduta del 13 novembre 2018 nel momento in cui si sono allontanati 4 (quattro) RSU su 6 (sei) presenti, il Presidente della contrattazione, Dott.ssa Romano Concettina, ha giustamente posto termine alla riunione, riportando a verbale: “La RSU non è presente in numero legale si scioglie il tavolo”.

Questa è la procedura corretta da seguire.

La riunione successiva viene convocata per il giorno 3 dicembre 2018 e durante la seduta si decide di aggiornarla a mercoledì 12 dicembre 2018 ore 15,30.

Il giorno 10 dicembre 2018, il Presidente della D.T. invia la convocazione scritta per la riunione del 13 dicembre 2018, ore 15,30, per discutere del Regolamento di reperibilità Polizia Municipale e prosieguo ipotesi CCDI anno 2018. Da sottolineare che l’invito viene, giustamente, trasmesso a tutti gli interessati, indipendentemente se assenti o presenti alla riunione del 3 dicembre 2018.

Il giorno 12 dicembre 2018 alle ore 15,30, alla presenza di n. 6 (sei) RSU e del solo rappresentante territoriale UIL FPL (oltre ai rappresentanti dell’Amministrazione), ha inizio la riunione.

Si discute inizialmente del Regolamento della Reperibilità Polizia Municipale e successivamente all’ipotesi CCDI anno 2018. Il rappresentante UIL FPL rileva che l’importo per le P.O. da sottrarre al Fondo doveva essere pari ad euro 12.500,00 (cioè l’importo corrispondente erogato alle P.O. in essere) e non alle 17.973,22 sottratte. A questo rilievo non c’è nessuna risposta.

Alle ore 18,50 Caso (RSU) si allontana. Restano presenti 5 (cinque) RSU ed il rappresentante territoriale UIL FPL.

Alle 19,10 si allontana De Padua, rappresentante UIL FPL, unico territoriale presente. Domanda la riunione è ancora valida?

Alle ore 19,20 esce Ciccotti. Sono presenti n. 4 (quattro) RSU e nessun rappresentante territoriale.

Alle 19,35 esce Francesca Paesante. Presenti superstiti: n. 3 (tre) RSU su sette; non c’è più la maggioranza delle RSU e non c’è nessun rappresentante territoriale presente.

A questo punto ci chiediamo: signor Presidente della Delegazione Trattante, Dott.ssa Romano Concettina, qual è la differenza tra la seduta del 13 novembre 2018, dove lei, per mancanza del numero legale della RSU, scioglie il tavolo e termina la riunione, e quella del 12 dicembre 2018? In quest’ultima la seduta andava sciolta perché la RSU, presenti 3 (tre) RSU su 7 (sette) non era presente in numero legale.

Dopo circa un quarto d’ora, precisamente alle 19,50, dopo aver dialogato per tutto il tempo ai pochi presenti e comunque ad un tavolo di amici in quanto la seduta era stata sciolta 15 minuti prima, ha avuto probabilmente un’idea, tanto che ha dichiarato:” la seduta è sospesa”. Ed ha aggiunto:” Il tavolo si aggiorna a domani 13 dicembre 2018 ore 10,00”. 

Al Presidente della D. T. chiediamo: l’invito a chi era rivolto? Mistero…

Altro mistero è rappresentato dal fatto che quando la riunione del 3 dicembre 2018 viene aggiornata al 12 dicembre 2018, il Presidente, Dott.ssa Romano Concettina, nonostante la presenza della totalità dei componenti, il giorno 10 invia a tutti la convocazione per iscritto.

Altro mistero è rappresentato dal fatto che alla contestazione di questa Federazione di mancata convocazione, la Vice segretario comunale, dott.ssa Sonia Ninfadoro, ha ritenuto doveroso precisare:

che la seduta di delegazione trattante del 12 dicembre 2018, è stata sospesa alle ore 19,50, attesa la tarda ora, con unanime consenso del tavolo…

Questa dichiarazione non registra la realtà: 1. Perché la seduta di delegazione trattante del 12 dicembre 2018 non era più valida dalle ore 19,10 o, ad essere ottimisti, dalle ore 19,35, per mancanza del numero legale delle RSU; 2. Prosieguo significa forse trattare gli stessi argomenti della seduta precedente?  Perché nella seduta “tra amici” del 13 dicembre 2018 si afferma che “tale dichiarazione vale come preintesa per il CCDI anno 2019”: quando mai si è parlato e stabilito che la riunione del 13 dicembre 2018 ad oggetto Ipotesi CCDI anno 2018, si concludesse con la sottoscrizione della preintesa/bozza contratto ponte 2018? L’oggetto delle riunioni del 12 è: Prosieguo ipotesi contratto CCDI anno 2018. L’ipotesi-ponte approvata è cosa completamente diversa: quando, dove e da chi è stata inserita tra gli oggetti da dibattere?

Signor Presidente Dott.ssa Romano Concettina e Signor Sindaco Dott. Gambacorta Domenico, chiediamo: quando e con chi e in che modo è stato approvato il Contratto Decentrato 2018?

Signor Presidente Dott.ssa Romano Concettina e Signor Sindaco Dott. Gambacorta Domenico: come è possibile riconoscere l’importo dell’indennità di disagio 2017 per i Vigili, gli addetti al centralino e per il personale cimiteriale, e dimezzare l’importo allo stesso personale per l’anno 2018, pur prestando lo stesso servizio e lo stesso orario?

Questi i fatti, per la verità non ci aspettiamo molto, ci sono richieste di alcuni mesi senza riscontro, ci sono domande a verbale senza risposte.

Di fronte a questi fatti documentati dagli stessi verbali redatti dalla parte pubblica, la scrivente O.S. si attende le necessarie prese d’atto e l’applicazione, per i casi sopra riportati, delle norme e delle leggi.

Con questa Amministrazione c’è stato poco dialogo. Un incontro in Prefettura ed un incontro con il Sindaco. In quest’ultima circostanza, con il Sindaco, per la verità, la speranza era quella di parlare di assunzioni, di riorganizzazione, di carico di lavoro, di problemi del personale e di conseguenza dei cittadini, ma in quella occasione il Sindaco ha ritenuto di parlare di niente, evitando di entrare nel merito delle questioni.

Coord.Autonomie Locali  Tullio De Padua     

Il Segretario Generale Gaetano Venezia                                                                          

                                                         


Commenti


Articoli Correlati

Ti piace Cittadiariano.it? Aiutaci a migliorarlo: basta un "Mi piace"   :)
;