Accesso Utente

Lo sport italiano piange Pietro Mennea. E' morto questa mattina in una clinica a Roma, all'età di 61 anni, l’ex velocista azzurro, olimpionico e per anni primatista mondiale dei 200 metri. Da tempo lottava contro un male incurabile. Olimpionico (oro nei 200 metri a Mosca 1980) e detentore del primato mondiale dei 200 metri piani (stabilito a Città del Messico con il tempo di 19″72) dal 1979 al 1996, era conosciuto anche con il soprannome di Freccia del Sud. Cinque le edizioni dei Giochi a cui ha partecipato, l'ultima a Seul nel 1988, sempre nei 200 metri, dove si ritirò dopo aver superato il primo turno delle batterie. E' stato uno dei simboli dello sport italiano: detiene i primati nei 100, 200 metri e nella staffetta 4×200. Nel marzo del 2012 la città di Londra, nell'ambito delle iniziative connesse ai Giochi olimpici in Inghilterra del 2012, dedicò all'ex campione barlettano una stazione della metropolitana.



Commenti


Articoli Correlati

Rimani sempre aggiornato, diventa nostro Fan su Facebook!