Accesso Utente

Tarsu, anche Maraia si appella al commissario Nuzzolo

di , Lunedì, 20 Gennaio 2014

da Giovanni Maraia Ariano in Movimento riceviamo e pubblichiamo:

Chiediamo la sospensione della TARSU per gli abitanti delle zone di campagna di Ariano per il seguente motivo:

la società Irpiniambiente Spa, che gestisce, per la provincia di Avellino, lo smaltimento e il trattamento dei rifiuti ha aumentato, senza alcun riscontro da parte dei Comuni e della Provincia di Avellino, la tariffa del costo di conferimento da 101,86 €/t del 2010 a 207,00€/t del 2013. Questo ultimo costo è stimato, non è definitivo. Un aumento di più del 100% dal 2010 al 2013.

Sulla base di quanto determinato da Irpiniambiente, il Commissario Straordinario della Provincia di Avellino, con delibera 142 del 10/6/2013, ha fissato il costo provvisorio di conferimento dei rifiuti in 193€/t per il 2013. Tale aumento dei costi di conferimento dei rifiuti non è stata mai contestata dall'Amministrazione Mainiero e nei fatti ha prodotto l'aumento della TARSU per gli abitanti delle campagne.

Nella delibera 142/2013 del Commissario straordinario della Provincia di Avellino si afferma che il quantitativo di rifiuti conferiti in discarica è diminuito, da 112.873.320 tonnellate del 2010 si è passati a 28.644.270 tonnellate del 2012, che vi è stato un incremento complessivo di spesa nel triennio 2010-2011-2012 di € 1.468.260,03. La collettività paga in più per minori rifiuti prodotti e conferiti in discarica.

Tutto ciò significa una sola cosa: il fallimento gestionale di Irpiniambiente, divenuta un enorme e costoso carrozzone clientelare nonché stazione appaltante.

E' doveroso, da parte sua, accertare se i costi stabiliti da Irpiniambiente sono legittimi e corrispondenti alla quantità di rifiuti prodotti e smaltiti o sono semplicemente l'effetto di una di politica clientelare voluta e diretta dall'Amministrazione di centro destra che ha governato la Provincia di Avellino.

Un'operazione che sta danneggiando economicamente la collettività irpina

In attesa di questa verifica è necessario sospendere la sua delibera con la quale stabilisce, di fatto, l'aumento della TARSU per gli abitanti delle campagne di Ariano





Articoli Correlati

Rimani sempre aggiornato, diventa nostro Fan su Facebook!