Accesso Utente

Palla perse, nervosismo e arbitri: a Battipaglia una sconfitta già vista

di , Domenica, 23 Dicembre 2012

Un film già visto quello proiettato al pala Zauli di Battipaglia: sconfitta di proporzioni contenute arrivata al termine di una gara equilibrata in cui sono emersi pregi e difetti di una formazione, quella arianese, che alterna prestazioni convincenti a momenti di nervosismo ingiustificato. Palle perse (33) ed un arbitraggio, fin troppo benevolo con le padrone di casa e fiscale con le ospiti nelle fasi decisive, hanno fatto il resto. Non è bastata la prestazione maiuscola di Dominguez e la grinta di capitan Ferazzoli. Le vagonate di palloni persi dal duo Paparo-Grasso ed il rendimento ondivago dei principali terminali offensivi, Micovic e Maggi, hanno fatto il paio con la gara accorta e di grande intensità delle padrone di casa. Coach Riga, al suo esordio sulla panchina salernitana, ha saputo far esaltare il centro Treffers, riuscendo ad aprire l’area grazie alla micidiale sequenza da oltre l’arco di Granieri e Riccardi. 

LA GARA - Battipaglia è subito intensa in difesa. Le salernitane riescono a battere in velocità la difesa ad uomo ospite. E’ il play Di Battista ad ispirare il primo tentativo di allungo (13-6 al 6’). Le irpine si lasciano ingolosire dai ritmi sostenuti delle avversarie e smarriscono la via del canestro. Agresti si affida al tandem Calandrelli-Ferazzoli e ad una zona 2-3 che paga subito buoni dividendi, ma non è gratificata da un attacco che continua a faticare. Due triple di Granieri sfaldano le ritrovate certezze in casa irpina (32-20 al 19’). E’ la garra argentina di Ferazzoli e Dominguez a tenere in scia l’Lpa all’intervallo lungo (32-26 al 20’). Gli attacchi in backdoor della Dominguez fanno male. Ariano è pienamente nel match e mette la freccia (33-37 al 25’) con Micovic e Ferazzoli. Ci pensa la coppia in grigio ad estromettere dalla contesa la serba con un paio di fischi chirurgici. Battipaglia ritrova energie in difesa e rientra con i liberi di Treffers e Granieri (38-39 al 28’). Qualche fischio non convince: dopo una tripla da distanza siderale di Riccardi, arriva il fallo tecnico a Paparo. Le padrone di casa ringraziano e rimettono la freccia con Treffers (46-43 al 32’). Micovic, gravata di quattro falli, non getta la spugna e riduce il gap ad una sola lunghezza di svantaggio. Sul più bello è Battipaglia a pescare il jolly: la tripla della pivot Treffers esalta il pubblico del Pala Zauli. Da oltre l’arco arriva anche il canestro della staffa di Riccardi (61-50 al 37’) con annesso quinto fallo di Micovic.

 

MINIBASKET BATTIPAGLIA – LPA ARIANO IRPINO: 66-58

Minibasket Battipaglia: Di Battista 8, Coppola, Orazzo 6, Granieri 16, Riccardi 14, De Pasquale, Treffers 16, Paffi n.e., Chiarella n.e., Ramò 6. Coach: Riga. 

Lpa Ariano Irpino: Paparo 6, Calandrelli 2, Marciano n.e., Ferazzoli 6, Maggi 9, Giugliano n.e., Dominguez 15, Grasso 6, Micovic 12, Narviciute 2. Coach: Agresti.

Arbitri: Lucarella di Leporano (TA), D’Errico di Pulsano (TA)

Parziali: (20-13); (32-26); (39-41)

Uscite per 5 falli: Micovic

 


TAGS


Articoli Correlati

Rimani sempre aggiornato, diventa nostro Fan su Facebook!