|

Accesso Utente

Ultimissime :

Emergenza sociale - In arrivo 80 profughi da Salerno. Sono 720 i migranti in Irpinia

di , Martedì, 05 Maggio 2015

E' una conta senza fine, e un conto sempre più salato in termini di accoglienza.

Altri ottanta profughi, in prevalenza africani, arriveranno stamattina dal porto di Salerno nella nostra provincia. Sono quelli degli ultimi avventurosi sbarchi siciliani. E saranno così dislocati: trenta a Bisaccia, venti a Venticano, otto a Serino, quattordici a Chianche, dodici a Pratola Serra, cinque a Forino. Si allunga l'elenco delle presenze di immigrati in Irpinia. E sale complessivamente a 720 il numero di migranti giunti dalla scorsa primavera a oggi in diversi borghi e alloggiati in strutture ricettive che hanno dato piena disponibilità a ospitare i richiedenti asilo.

Alberghi e agriturismi sono stati appunto convertiti in centri di prima accoglienza, ma a tempo indeterminato perché nessuno sa fino a quando durerà questa permanenza. Da un anno abbondante sono centinaia gli immigrati domiciliati nelle strutture irpine: tutti in attesa di una risposta dalla Commissione Territoriale del Ministero dell'Interno deputata a intervistare ed esprimere un parere circa le richieste di asilo o protezione internazionale avanzate dai migranti.

La maggior parte delle richieste fatte già in questi dodici mesi sono state respinte. Ai profughi però è data la possibilità di presentare ricorso e di ottenere, con molta probabilità, l'accettazione dello stesso. In questo modo si allungano ancor più i termini del soggiorno nelle strutture ricettive. Fino a quando i migranti non hanno il riconoscimento che gli consente di muoversi liberamente e di trovare un alloggio a proprie spese sono ospiti degli alberghi.

Pochissimi nel frattempo sono andati via spontaneamente uscendo fuori dal programma di protezione. In linea di massima sono stati i siriani ad abbandonare poco dopo l'arrivo le strutture d'accoglienza e a raggiungere altre destinazioni anche fuori dai confini italiani. Pertanto sale il malcontento tra chi da oltre un anno vive sospeso nei limbo alberghieri e si aggira come uno spettro nei pochi centri abitati che hanno dato accoglienza e non hanno mai mostrato insofferenza verso gli immigrati ospitati.

Mercogliano, Venticano e Monteforte sono i paesi irpini che hanno registrato la massima presenza di profughi. Seguono: Flumeri, Forino e Ospedaletto d'Alpinolo. Nella notte in Sicilia ci sono stati altri sbarchi consistenti.

Si profila una vera e propria ondata emergenziale in vista dell'estate. Con il bel tempo gli sbarchi sono ripresi, e sono aumentati. A questo punto il prefetto di Avellino, Carlo Sessa, potrebbe anche requisire strutture pubbliche da destinare all'accoglienza dei migranti arrivati nelle ultime ore in Italia.


Commenti


Articoli Correlati

Ti piace Cittadiariano.it? Aiutaci a migliorarlo: basta un "Mi piace"   :)
;