Accesso Utente

Montecalvo penalizzata nei collegamenti, D'Amelio: "aggiungere non tagliare"

di , Giovedì, 13 Febbraio 2014

Grande manifestazione organizzata dal circolo cittadino del Pd di Montecalvo irpino e dalla Consigliera regionale Pd, Rosetta D’Amelio. Oggetto del dibattito pubblico, la mancanza di un adeguato collegamento che penalizza non poco gli abitanti del luogo che, di fatto, non usufruiscono di alcuna copertura e restano completamente isolati per gran parte della giornata.

Il giorno dopo la diffusione della notizia che in Irpinia, per il 2014, è prevista un’ulteriore decurtazione chilometrica del trasporto pubblico su gomma, pari al 13% del programma di esercizio, non mancano dunque le reazioni di quei comuni della provincia di Avellino che, già in passato, hanno subìto la scure di una politica ragionieristica all’impronta dei tagli indiscriminati in ambito di trasporto pubblico.

“E’ impensabile che nel 2014 – commenta D’Amelio - ci siano intere comunità che non possono godere di un diritto sacrosanto, come quello alla mobilità. E’ grave che ci siano intere zone completamente abbandonate a se stesse, come Montecalvo appunto: nell’arco delle 24 ore, da Ariano, partono solo poche corse mattutine e nessuna al pomeriggio. In questo modo, se uno studente dopo la scuola o un qualunque cittadino perde l’ultima corsa, rimarrà a piedi e non potrà più ritirarsi a casa, per quella giornata, con un mezzo pubblico. Allo stato attuale, da un certo orario in poi, ci si sposta solo con mezzi privati. E non solo Montecalvo è in queste condizioni. Penso ai comuni del Vallo Lauro o a tutti quelli della Baronia. E’ una situazione gravissima. E adesso, addirittura, si paventa l’ipotesi di un’ulteriore decurtazione al trasporto pubblico in tutto il territorio nostrano, in un momento storico in cui l’Irpinia è stretta nella morsa della stagnazione socio-economica e di una politica che non sa più dare risposte, se non tagliando indiscriminatamente risorse senza tener conto delle peculiarità e delle esigenze dei diversi territori, mentre altrove, ed in altri ambiti, continuano gli sprechi. Non devono esistere i cittadini di serie A e i cittadini di serie B”.

In materia di trasporto pubblico, la prossima settimana, saranno chiamati a rispondere, in assise regionale, Sergio Vetrella, Assessore ai Trasporti Pubblici e viabilità, e il Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, in occasione dell’interrogazione urgente già predisposta dalla stessa consigliera D’Amelio che, nel frattempo, avanza già delle proposte per ovviare all’anomalia di Montecalvo: “Aggiungere, anziché tagliare, delle corse nell’arco del pomeriggio o alla sera, o al limite eliminare una corsa della tarda mattinata e riproporla negli orari in cui tutta quella zona resta scoperta e dunque isolata. Una buona idea potrebbe essere anche quella di creare un’autostazione notturna in cui può essere fermato qualche autobus di linea dopo l’ultima corsa. A tal proposito – aggiunge D’Amelio – auspico a breve un incontro direttamente con i vertici dell’AIR, per cercare di arrivare, insieme, ad una soluzione e venire finalmente incontro alle esigenze del territorio”.




Articoli Correlati

Rimani sempre aggiornato, diventa nostro Fan su Facebook!