Accesso Utente

In arrivo nella notte altri migranti. Le proteste dei sindaci e la solitudine del prefetto

di , Giovedì, 23 Luglio 2015

Sessa: "Sbagliato prendersela con noi".

Gli strali delle polemiche nazionali tra i prefetti alle prese con l'emergenza e la sistemazione dei migranti e il ministro Angelino Alfano arrivano anche in Irpinia. Il prefetto di Avellino, Carlo Sessa, non usa giri di parole e va dritto al cuore del problema. "Quando convoco i tavoli in Prefettura i sindaci che si lamentano e pontificano- dice Sessa- non si presentano mai. Poi ci sono quelli che mi scrivono lettere infuocate ma non collaborano. Di sicuro, non è modo di collaborare in questa fase emergenziale.

La Prefettura con mezzi ordinari sta affrontando una vera e propria emergenza. Per fortuna, ci sono le coop che stanno dando un aiuto proficuo a evitare disagi e proteste da parte degli ospiti stranieri". Intanto stanotte ne sono arrivati altri, sistemati sempre nei soliti paesi irpini che già li accolgono da oltre un anno. E puntuale è esploso il malessere dei sindaci che minacciano di consegnare le fasce al prefetto Sessa.  




Articoli Correlati

Rimani sempre aggiornato, diventa nostro Fan su Facebook!